VERTENZA LAVORATORI CIE MODENA, SECONDA GIORNATA CONSECUTIVA DI SCIOPERO. IL PREFETTO APRE ALLE RICHIESTE DEI LAVORATORI

Incontro significativo stamattina tra il Prefetto, il sindacato FP/Cgil e i lavoratori del Cie di Modena, in occasione della seconda giornata consecutiva di sciopero (la quinta dall’inizio della vertenza) per rivendicare il pagamento degli stipendi arretrati da dicembre 2012.

Durante il presidio indetto della FP/Cgil in occasione dello sciopero, i lavoratori sono infatti stati ricevuti dal Prefetto di Modena che ha preso alcuni impegni importanti che vanno verso la soluzione del problema.

Il prefetto dottor Basile, si è impegnato, in risposta alla richiesta della FP/Cgil (già formalizzata più volte in precedenza), ad attivare un percorso che prevede il pagamento diretto degli stipendi arretrati dei lavoratori da parte della stessa Prefettura di Modena ai sensi dell’art.1676 del Codice Civile.

Questa procedura è stata già applicata per coprire parte della mensilità di novembre (il 47%) pagata appunto direttamente dalla Prefettura.

La Prefettura avvia questo percorso in attesa che vengano sbloccate da parte della Corte dei Conti le risorse destinate al gestore del Cie, risorse che secondo la Prefettura dovrebbero arrivare a breve.

La prossima settimana riferirà alla delegazione sindacale sulla concretizzazione del percorso.

Una volta erogate le risorse, la Prefettura ritiene che non ci dovranno più essere ostacoli per l’adempimento da parte del Consorzio L’Oasi degli impegni contrattuali nei confronti dei lavoratori.

Il sindacato FP/Cgil esprime apprezzamento per la soluzione ipotizzata dal Prefetto, in tal modo si va incontro ai disagi economici dei lavoratori.

Restano però da parte del sindacato tutte le perplessità per un appalto le cui caratteristiche economiche non garantiscono la copertura delle spese di gestione e del costo del lavoro.

La FP/Cgil attende l’incontro della prossima settimana con l’auspicio che la procedura possa trovare concreta applicazione.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*