SANITA’: AL VIA CAMPAGNA CONTRO L’ELIMINAZIONE DI EQUO INDENNIZZO E CAUSA DI SERVIZIO

Parte oggi la campagna-petizione promossa dall’Fp-Cgil Nazionale per riaffermare gli istituti dell’accertamento della dipendenza dell’infermità da causa di servizio, del rimborso spese di degenza per causa di servizio, dell’equo indennizzo e della pensione privilegiata per tutti coloro che operano nella sanità.
 
Tutte le lavoratrici e i lavoratori della sanità sono invitati a mobilitarsi inviando lettere di protesta alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e a sottoscrivendo l’appello rivolto al Parlamento (scaricabile sul sito www.fpcgil.it) per chiedere l’abrogazione dell’articolo 6 del cosiddetto decreto “salva Italia” con il quale sono stati abrogati gli istituti dell’equo indennizzo e delle cause di servizio. La campagna-petizione è aperta anche a tutti coloro che vogliono esprimere contrarietà a questa norma.
 
“E’ inaccettabile – ha dichiarato Cecilia Taranto, Segretaria Nazionale Fp-Cgil – che decine di migliaia di infermieri, fisioterapisti e operatori del comparto sanità siano privati dei loro diritti per fare cassa. Bisogna mettere in atto azioni di controllo per colpire i furbi”.
 
“E’ paradossale – ha affermato Massimo Cozza, Segretario nazionale Fp-Cgil Medici – che proprio chi lavora nel servizio sanitario nazionale veda colpito il diritto alla salute e a vedere riconosciute le giuste tutele in caso di danni permanenti causati dalla propria attività lavorativa”.

Roma, 26 gennaio 2012

 

scarica locandina – petizione

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*