POST-SISMA, ENTRO IL 31 MAGGIO RIPARTE LA FATTURAZIONE DI LUCE E GAS. COSA È UTILE SAPERE PER EVITARE LA STANGATA!!

Il D.l. 74/12 prevedeva la sospensione per 6 mesi a decorrere dal 20 maggio 2012 della fatturazione dei consumi di gas, energia, acqua per le utenze nei comuni del cratere. In provincia di Modena sono interessati i Comuni di Bastiglia, Bomporto, Campogalliano, Camposanto, Carpi , Castelfranco, Cavezzo, Concordia sulla Secchia, Finale Emilia, Medolla, Mirandola, Nonantola, Novi, Ravarino, San Felice sul Panaro, San Possidonio, San Prospero, Soliera.

Lo stesso decreto ha demandato all’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il servizio idrico, la definizione delle modalità di rateizzazione delle somme non pagate e l’adozione di tariffe agevolate.

L’Autorità ha stabilito per energia elettrica e gas che si proceda ad un ‘unica fattura di conguaglio entro il 31/5/2012 per gli importi non fatturati nei mesi precedenti, prevedendo una rateizzazione in 2 anni e agevolazioni tariffarie a scalare nel periodo 20.5.2012-20.5.2014.

Dalle stime di Cgil e Federconsumatori per il primo anno l’agevolazione per l’energia comporterà un risparmio del 16% (indicativamente circa € 200 in meno) per le utenze domestiche con un consumo di 2700 kw/h e per il gas circa un’agevolazione del 4% per utenze domestiche con un consumo di 1.400 metri cubi. Il secondo anno lo sconto sarà leggermente inferiore.

Qualora l’utente si sia dovuto trasferire a causa dell’inagibilità della propria abitazione sono azzerati i costi del nuovo contratto, in questo caso le agevolazioni descritte sopra non verranno applicate automaticamente, ma su richiesta dell’utente.

Cosa succederà dunque tra qualche giorno?

Gli utenti del cratere dovranno vedersi recapitata una fattura di conguaglio degli importi sospesi che tenga conto della tariffa agevolata e la rateizzazione dello stesso.

E’ importante che gli utenti conoscano queste normative e quindi i loro diritti per evitare che la sospensione della fatturazione si trasformi in un boomerang con richieste di pagamento ravvicinate o in un’unica soluzione da parte dei gestori. Anche comunicazioni poco chiare all’utenza, come quelle che ci è capitato di constatare in questi giorni, possono ingenerare nel cittadino una mancata consapevolezza del diritto al rateizzo.

Inoltre, bisogna informare i cittadini, che hanno dovuto trasferirsi in una nuova abitazione a causa dell’inagibilità della propria, che devono attivarsi per ottenere gli sconti sulla tariffa e l’annullamento di eventuali oneri di allacciamento. La reperibilità stessa dei moduli per segnalare al gestore questa situazione ci viene segnalata problematica o non tempestiva.

In questo caso le famiglie rischiano di aver già anticipato costi maggiori di quelli di cui potrebbero beneficiare e sappiamo bene che di questi tempi e nelle zone terremotate in modo particolare i cittadini faticano ad accollarsi ulteriori costi, anche se poi la prospettiva è il rimborso.

Il sisma ha già fatto troppi danni e bisognerebbe evitare di aggiungere anche la beffa.

In un momento di forte crisi economica e di forte indebolimento dei redditi dovuto alla perdita del lavoro o all’utilizzo degli ammortizzatori sociali, Cgil e Federconsumatori ritengono importante tutelare i cittadini più esposti come lavoratori dipendenti o con fragilità come i pensionati. Ulteriori stangate da “conguaglio bollette” non sono tollerabili.

Vogliamo inoltre mettere in guardia i cittadini da eventuali abusi, data anche la scarsa informazione su questi temi, in quanto nessun funzionario di Enel o Aimag o altro gestore è autorizzato a presentarsi nelle abitazioni per fornire informazioni o tanto meno a riscuotere pagamenti di nessun tipo di bolletta.

Nel caso si trovassero in questa situazione è necessario segnalare l’accaduto, telefonando alle forze dell’ordine

Per questo Cgil e Federconsumatori hanno predisposto degli incontri informativi rivolti alla cittadinanza nei comuni maggiormente colpiti dal sisma in collaborazione con il sindacato pensionati Spi/Cgil e la Polizia municipale per fornire informazioni ed assistenza ai cittadini, oggi più che mai necessarie.

Gli incontri si svolgono a Carpi (30/5/13 – Circolo Gorizia), Gavello di Mirandola (24/5/13), Finale Emilia (6/6/13), Fossa di Concordia (7/6/13), Mirandola (12/6/13), Massa Finalese (13/6/13), Concordia (14/6/13), S. Possidonio (17/6/13), S. Marino Spino (19/6/13), S. Prospero (21/6/13), Medolla (24/6/13), Cavezzo (25/6/13). Per sedi e orari contattare le sedi Cgil.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*