INPS

Viene disposto (comma 109) che l’Inps nel periodo 2013-2015 debba realizzare, con le risorse umane, strumentali e finanziarie disponibili a legislazione vigente, un piano di 150.000 verifiche straordinarie annue, aggiuntivo rispetto all’ordinaria attività di accertamento della permanenza dei requisiti sanitari e reddituali, nei confronti dei titolari di benefici di invalidità civile, cecità civile, sordità, handicap e disabilità.

Si stabilisce inoltre (comma 88) l’attuazione di una verifica straordinaria, da effettuarsi nei confronti del personale sanitario dichiarato inidoneo alla mansione specifica, nonché del personale riconosciuto non idoneo, anche in via permanente, allo svolgimento delle mansioni del proprio profilo professionale ma idoneo a proficuo lavoro.

Quindi una doppia attività straordinaria. Da effettuarsi però con meno personale in quanto il comma 108 prevede a decorrere dall’anno 2013 risparmi aggiuntivi complessivamente non inferiori a 300 milioni di euro annui. Da conseguire anche con la riduzione, per gli anni 2013, 2014 e 2015, delle facoltà assunzionali previste dalla legislazione vigente, con l’obiettivo di realizzare un’ulteriore contrazione della consistenza del personale.