“I SERVIZI ALLA PERSONA AL TEMPO DEI TAGLI” – TAVOLA ROTONDA MERCOLEDI 15 FEBBRAIO

Si terrà mercoledì 15 febbraio alle ore 9.30 – presso la Camera del Lavoro di Modena, Piazza Cittadella 36 – la tavola rotonda organizzata dalla FP CGIL di Modena dal titolo: “Il servizi alla persona al tempo dei tagli”. L’iniziativa non ha potuto tenersi nella giornata di ieri a causa del maltempo che ha colpito la nostra provincia, e che rendeva impossibile la presenza di alcuni interlocutori.

Considerato l’interesse che la tavola rotonda ha suscitato abbiamo quindi pensato di riproporre in tempi brevi l’appuntamento, anche grazie alla disponibilità degli ospiti.

L’oggetto della discussione è quindi molto chiaro: è possibile mantenere il nostro modello di coesione sociale – del quale l’esistenza e l’universalità di tanti servizi alla persona sono un tassello fondamentale – garantendo quindi, nonostante ipesantissimi tagli imposti a Regioni ed autonomie locali, qualità ed esistenza dei servizi stessi e rispetto di chi in questi servizi opera quotidianamente?

L’argomento è di strettissima attualità, tanto che i media modenesi parlano oramai quotidianamente della possibile esternalizzazione di svariate scuole per l’infanzia attualmente gestite dal Comune di Modena. Così come in questi anni si è molto modificato il welfare mix modenese nella gestione di case protette, assistenza domiciliare, asili nido, centri per disabili, centri diurni per anziani, educatori di sostegno scolastico, solo per citare alcuni tra i servizi più conosciuti ed apprezzati dalle nostre comunità.

Al termine della relazione introduttiva di Fabio De Santis, insieme al segretario generale Marco Bonaccini ne discuteranno Adriana Querzè (Assessore all’Istruzione del Comune di Modena), Maino Benatti (Sindaco di Mirandola) e Gaetano De Vinco (Presidente di Federsolidarietà E.R. e da poco confermato alla Presidenza di Confcooperative Modena).

La discussione sarà moderata da Tania Scacchetti, responsabile welfare della CGIL di Modena.

 

Guarda la locandina: scarica pdf

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*