FONDAZIONE CRESCIAMO E SERVIZI EDUCATIVI 0/6 ANNI: SERVE CON URGENZA RIAPRIRE IL TAVOLO DI CONFRONTO CONFEDERALE

Comunicato stampa CGIL CISL UIL Modena

Cgil Cisl Uil esprimono fortissima preoccupazione per le notizie uscite nei giorni scorsi sui giornali in merito alla discussione fatta in Commissione Consiliare sulle possibili novità della Fondazione Cresciamo.

Abbiamo espresso in passato sempre forte perplessità sulla scelta della Fondazione, pur comprendendo le difficoltà dettate dai vincoli del Patto di stabilità e apprezzando la scelta della stabilizzazione del personale.

Abbiamo però  rimarcato, in un incontro tenutosi all’inizio di febbraio, la nostra disponibilità a riprendere un ragionamento complessivo sulla tenuta e sulle prospettive dei servizi educativi, nell’ambito del più generale confronto sulle politiche di bilancio del Comune.

In attesa di essere convocati, vogliamo sperare che si chiarisca il fatto che per il Comune di Modena la scelta del futuro (Fondazione o non Fondazione) non può essere l’utilizzo di insegnanti in pensione in sostituzione del  personale, come pare evincersi da alcuni articoli di stampa.

Il confronto di merito sulle prospettive future del sistema educativo modenese, a cui non ci sottraiamo, deve per noi partire dalla necessità che le scelte siano prioritariamente orientate da due obiettivi di fondo:  la difesa della  qualità dei servizi e la tutela del lavoro. 

Per questo gli obiettivi di risparmio, ormai esplicitati, o di rivisitazione dei modelli della risposta  non possono e non devono essere affrontati (qualora si ritengano necessari e improrogabili) esclusivamente su singoli servizi,  sulle nuove forme gestionali o scaricando sui pezzi più deboli del mondo del lavoro le possibili innovazioni.

In questo senso Cgil Cisl e Uil contrasteranno con forza ogni forma di utilizzo improprio del volontariato, a maggior ragione in un momento in cui occorre rilanciare con forza l’occupazione.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*