CONTINUA IL SERVIZIO DELL’UFFICIO DELLE ENTRATE DI MIRANDOLA

Scongiurata la chiusura dell’ufficio dell’Agenzia delle Entrate di Mirandola dopo il grido d’allarme lanciato dal sindacato FP CGIL di Modena.

L’ufficio di Mirandola era infatti a rischio soppressione a seguito della determinazione della Direzione Generale dell’Agenzia delle Entrate di chiudere alcuni uffici periferici sul territorio nazionale.

Nei giorni scorsi si sono svolti incontri tra i sindacati di categoria e la Direzione Regionale e Provinciale dell’Agenzia delle Entrate per trovare ogni utile soluzione a consentire che l’ufficio delle Entrate di Mirandola potesse continuare a erogare i propri servizi ai cittadini dell’intero comprensorio della zona Nord.

Il lavoro di sensibilizzazione esercitato dal sindacato che si è rivolto ai massimi vertici della Direzione Regionale ha trovato riscontro considerata la validità delle motivazioni addotte affinché i cittadini mirandolesi, che da oltre un anno convivono con i disagi provocati dal sisma del 2012, possano continuare a ricevere i servizi sul loro territorio senza spostarsi a Carpi o Modena.

Infatti la scelta che sarà adottata consiste nell’istituzione di un ufficio che per il momento vedrà impegnati tre funzionari. Gli addetti presteranno servizi di assistenza ai contribuenti in locali che saranno resi disponibili dal Comune in attesa della definitiva collocazione presso la vecchia sede, ove stanno iniziando i lavori di ristrutturazione visto che al momento è inagibile.

La volontà di non abbandonare un territorio devastato dal terremoto dell’anno scorso è la dimostrazione della capacità di ascolto agli appelli del sindacato da parte della Direzione Regionale dell’Agenzia delle Entrate e della volontà del Comune di Mirandola di farsi carico dei problemi dei propri cittadini”.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*