COMUNE DI MODENA: LE ORGANIZZAZIONI SINDACALI HANNO INCONTRATO L’ASSESSORE SITTA SUL PIANO SOSTA

Comunicato stampa CGIL UIL Modena

Si è svolto pochi giorni fa l’incontro fra le Organizzazioni Sindacali Confederali e l’Assessore del Comune di Modena Sitta, con delega al Centro Storico ed al Piano Sosta.

Nel corso dell’incontro CGIL e UIL hanno espresso alcune loro preoccupazioni sulle ricadute che l’ampliamento delle aree soggette a parchimetro e la riduzione (come nel caso del Novi Sad ) delle aree gratuite avranno in particolare sui redditi di coloro che devono per lavoro accedere tutti i giorni al centro storico.

CGIL e UIL hanno sottolineato che alcuni obiettivi del piano, aumentare i posti auto, razionalizzare i parcheggi e favorire la mobilità alternativa sono condivisibili, tuttavia la tutela dei redditi dei lavoratori dipendenti, messi a dura prova dalla crisi economica, dagli aggravi tariffari degli ultimi mesi e dalla perdita del potere d’acquisto deve anch’esso essere un obiettivo prioritario nelle scelte che si attuano.

All’Assessore Sitta quindi CGIL e UIL hanno chiesto interventi concreti che possano agevolare i lavoratori e le lavoratrici dipendenti, quali, ad esempio, recuperare le risorse necessarie per prevedere autobus gratuiti dai parcheggi scambiatori (ancora troppo inutilizzati e sui quali occorrerà intervenire per rendere maggiormente agevole e sicuro il loro utilizzo, specie nelle ore serali).

L’Assessore, pur esplicitando le difficoltà derivanti dalla necessità di rispettare il piano economico–finanziario predisposto e pur evidenziando che nella tariffazione predisposta si è cercato di tenere in considerazione l’onere a carico dei 20.000 lavoratori che ogni giorno accedono al centro storico, ha dimostrato disponibilità a ragionare sulle tematiche evidenziate.

 

Nei prossimi giorni CGIL e UIL, che non rinunciano ad ottenere il diritto alla gratuità (sosta o autobus) all’accesso al centro storico, chiederanno incontri anche ai capigruppo del Consiglio Comunale che ha il compito di definire le tariffe e le modalità attuative delle politiche della sosta per sollecitare interventi che rendano meno disagiato e oneroso l’ingresso in centro storico dei lavoratori e delle lavoratrici dipendenti.

CGIL e UIL chiedono inoltre all’Amministrazione di operare, all’atto dell’entrata in vigore del Piano Sosta, una coerente applicazione delle autorizzazioni al fine di evitare abusi ed immotivate deroghe e/o privilegi.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*