A TUTTI I LAVORATORI DELL’OSPEDALE DI SASSUOLO

Fatto gravissimo: non si potrà votare per il rinnovo delle Rsu

Molto probabilmente quest’anno i lavoratori dell’ospedale di Sassuolo non voteranno per il rinnovo della Rappresentanza Sindacale Unitaria.
Cosa è successo e cosa sta accadendo:
Il 3-4-5 Marzo tutti i dipendenti pubblici saranno chiamati a rinnovare le Rappresentanze sindacali unitarie. Clamorosamente, tale diritto, per la prima volta, non sarà consentito ai 191 lavoratori dipendenti Ausl Modena in posizione di comando all’Ospedale di Sassuolo.
L’incredibile decisione è stata assunta dalla Commissione Elettorale (con i soli voti contrari di FP CGIL e FSI) ed è del tutto priva di fondamento non solo nel merito (tutti i dipendenti pubblici devono avere la possibilità di esercitare il proprio diritto di voto), ma anche nel metodo (tra le prerogative della Commissione Elettorale non c’è quella di stabilire chi abbia o meno diritto a votare).
Ci chiediamo: perché è stata presa questa decisione? Per impedire a molti lavoratori di votare quel sindacato (FP CGIL) che nelle ultime elezioni era risultato ampiamente maggioritario?
Si è voluto prendere questa decisione per mettere in discussione l’istituto del comando dei dipendenti pubblici su cui si fonda l’esistenza dell’Ospedale di Sassuolo S.p.A.?
Questa settimana sarà discusso dal Comitato dei Garanti Rsu il ricorso presentato dalla FP CGIL di Modena per ammettere al voto anche i comandati presso l’Ospedale di Sassuolo. Qualora non dovesse essere accolto, il sindacato e tutti i lavoratori che lo vorranno potranno adire le vie legali, perché sia ripristinato un loro sacrosanto diritto chiedendo anche un risarcimento per il torto subito. Chiaramente, se dovesse esserci una causa, nell’attesa del pronunciamento del Giudice verrebbe anche momentaneamente sospeso il percorso che dovrebbe portare al rinnovo della RSU dell’Ospedale Sassuolo spa.
Ci si lasci esprimere non solo la rabbia, ma anche la profonda amarezza per quanto sta succedendo. Di solito le sigle sindacali dovrebbero vincere le elezioni convincendo i lavoratori a votare la propria lista, per la bontà del proprio operato e per la serietà e l’impegno dei propri candidati. Stavolta qualcuno, evidentemente non avendo altre carte da spendere per convincere coloro che tre anni fa non li avevano premiati, ha pensato invece di escluderli dal voto.
Terremo tempestivamente informati tutti sull’evolversi della situazione.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*