MERCATO DEL LAVORO: PRESIDIO MARTEDI 26 GIUGNO

Il Disegno di Legge sul mercato del lavoro è un provvedimento iniquo ed inadeguato, che non migliorerà la qualità del lavoro nel nostro Paese e non aumenterà l’occupazione, soprattutto per i giovani.

Anche alla Camera dei Deputati il Governo imporrà il voto di fiducia sulla legge di “riforma” del mercato del lavoro. Ed il Parlamento la voterà, nonostante il sindacato, la CGIL in primo luogo, e molte altre Parti Sociali abbiano definito questa legge sbagliata e controproducente.

Infatti:

  • NON combatte la precarietà, specie dei giovani, perchè mantiene tutte le tipologie precarie nate dalla politica liberista dei Governi Berlusconi;
  • NON universalizza le tutele in caso di perdita del lavoro, anzi riduce drammativamente la durata dei sussidi (chi andava in mobilità aveva fino a 48 mesi di sostegno, con la nuova legge ne avrà solo 18) e non li estende a chi oggi ne è escluso;
  • RENDE PIU’ DEBOLE la tutela dei diritti dei lavoratori (articolo 18).

Con questa legge la crisi prosegue e minaccia di provocare ulteriori drammi, specie per i giovani, le donne, i lavoratori anziani ed il Mezzogiorno.

La CGIL Emilia-Romagna ha proclamato 2 ore di sciopero con PRESIDIO MARTEDI 26 GIUGNO davanti alla PREFETTURA di Modena (Viale Martiri della Libertà) dalle ORE 16.00 alle ORE 18.00.

La FP CGIL NON PUO’ ADERIRE ALLO SCIOPERO, in quanto la quasi totalità dei lavoratori opera nei servizi soggetti alla Legge 146/90 (regolamentazione degli scioperi nei servizi pubblici).

Invitiamo comunque tutti i lavoratori che ne avranno la possibilità a partecipare al presidio.

Allegato: volantino completo  –  scarica volantino

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*